Altre 72 società utilizzano lo standard e-business di RosettaNet

Nel novero, figurano anche aziende come Cisco, Intel, Motorola, Nec, Sony e StMicroelectronics.

Il consorzio RosettaNet ha annunciato che 72 nuove società hanno implementato lo standard di e-business dell'organizzazione. Le nuove implementazioni cadono in quattro aree dell'industria elettronica: gestione degli ordini, scoperta e distribuzione dei prodotti, produzione di semiconduttori e gestione dell'informazione della supply-chain.

Tra le società che hanno adottato le implementazioni di RosettaNet Partner Interface Processes (o Pip) vi sono anche Amkor Technology, Arrow Electronics, Cisco Systems, Intel, Motorola, Nec, Sony e StMicroelectronics. Al di fuori degli Usa, RosettaNet ha visto una crescita notevole, sin da maggio, in Asia. Ma l'interesse per RosettaNet è cresciuto anche in Europa, soprattutto negli ultimi tre/quattro mesi, da parte delle piccole e medie aziende. Le RosettaNet Pip, basate su Xml, sono le specifiche per connettere le applicazioni gestendo le transazioni e-commerce con software per la gestione dei processi interni di business. Lo scopo è quello di risparmiare denaro riducendo il tempo e la manodopera attraverso l'automazione dei processi di supply-chain e progettazione dei prodotti. RosettaNet ha lavorato con altre organizzazioni di standard e-business e, in particolare, con Oasis, organizzazione internazionale per lo sviluppo dello standard chiamato Electronic Business Xml.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here