Alle Pmi piace l’Internet banking

Uno studio afferma che le piccole e medie imprese sono un settore strategico per le banche

Il segmento delle Pmi è strategico per le banche europee, ma per le stesse banche è diventato più difficile interpretare rischi e costi associati a ciascun rapporto, ed esprimere modelli di servizio remunerativi e commisurati alle esigenze della clientela. Per contro fra le Pmi si fa sempre più strada il ricorso all’Internet Banking. Lo evidenza l’ultimo studio di Efma e Finalta sul tema dello “Small Business Banking” , effettuato presso settanta banche in tutta Europa.


Più in particolare lo studio evidenzia che: le banche sono spinte oggi a operare sul mercato delle Pmi con un approccio sempre più rivolto al cliente, attraverso la segmentazione della clientela, e alla ricerca di efficienza, attraverso la revisione dei modelli di servizio, l’automazione della valutazione dei rischi e del monitoraggio del credito e l’utilizzo dei canali remoti, in particolare Internet.



Sono sempre di più le banche che utilizzano nei rapporti con le Pmi gestori dedicati che però, nella maggior parte dei casi sono ancora gravati da una pluralità di incombenze e procedure; le diverse procedure rendono estremamente variabili i tempi di concessione dei crediti di importo contenuto (al di sotto dei 100.000 euro). Infatti gli affidamenti ottenibili entro le 24 ore per il rinnovo di prestiti esistenti e l’erogazione di nuovi sono rispettivamente il 76% e il 45% in Scandinavia, contro valori del 27% e dell’8% in Europa e del 23% e 4% in Italia; l’aumento nell’automazione consentirebbe un notevole risparmio di tempo; esistono profonde differenze dell’utilizzo dei canali remoti (Internet e “contact center”).



Mentre nel Nord e Centro Europa il 50% delle Pmi utilizza Internet regolarmente, nel Sud Europa questa quota risulta essere inferiore ma in crescita,e con uno spostamento dai “contact center” verso Internet. E proprio Internet diventa il canale remoto preferito dallo Small Business Banking: in tutta Europa le vendite da canali non tradizionali sono cresciute dal 7% del 2007 al 9% del 2008, ma praticamente tutta questa crescita è avvenuta attraverso Internet.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here