Alexa for business, l’assistente che gestisce impegni e meeting

Alexa for business

È un fatto indiscusso che l’interfaccia tra uomo e dispositivi digitali stia evolvendo. Diverse sono oggi le opportunità di interazione, ma secondo Werner Vogels, CTO di Amazon Web Services, non ci sono dubbi: “È la voce la maggiore disruption oggi nel mondo del computing”. Prova ne è che diverse aziende stanno costruendo interfacce vocali: esempi eclatanti sono Apple con Siri, Google con Assistente e Microsoft con Cortana. Ma attualmente, almeno nella parte del mondo anglofono, il sistema più di successo è Alexa. Risulta quindi conseguenza logica l’annuncio di Alexa for business, una nuova versione dell’assistente intelligente pensata per consentire alle aziende di sviluppare le proprie competenze e integrazioni.

Il primo obiettivo di Alexa for Business è la sala conferenze. AWS sta lavorando con nomi del calibro di Cisco e Polycom per consentire che con un comando tipo  “organizza la riunione” non solo Alexa prenoti una sala tra quelle disponibili ma anche gestisca un’intera videoconferenza, se necessario.

Alexa for business parla con le soluzioni office

Come si sarà capito, Alexa for business è in grado di sapere le nostre disponibilità grazie al lavoro svolto da AWS a fianco di  Microsoft per consentire il migliore supporto possibile per la sua suite di servizi di produttività. Vogels ha citato anche nomi come Concur, Splunk, Capital One, WeWork e JPL: tutte aziende con cui AWS ha cooperato per consentire che i loro servizi fossero portati su Alexa.

Proprio come gli sviluppatori possono creare skill per gli utenti di Amazon Echo, le aziende possono ora sviluppare skill di Alexa da utilizzare all'interno della propria azienda. A questa idea hanno già aderito nomi come SalesForce, Concur e SAP. Non è poi così lontano dalla realtà immaginare l’accesso di dipendenti ai dati SalesForce su vari client e account o informazioni sul calendario aziendale.

Va da sé che Alexa for business permetterà di gestire l’intero ambiente di lavoro consentendo di cambiare la temperatura in una particolare sala conferenze o accendere e spegnere le luci. Ma anche di avere informazioni su notizie, meteo, impostare timer e allarmi e porre domande.

Il futuro che ci prospetta la possibilità di comunicare via voce con un assistente intelligente come Alexa anche in ambiente lavorativo è davvero interessante. Purtroppo però per il momento non è stata data nessuna notizia riguardo l’eventuale disponibilità di Alexa anche in Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here