Alcatel-Lucent: SDN abilita le promesse del cloud

A_Lotti ALcatel-LucentInterpellato sull’offerta SDN di Alcatel-Lucent per il mercato italiano, Alberto Lotti, Marketing representative South & Central Europe della società, ci ha spiegato, per prima cosa, che Alcatel-Lucent è stata tra i primi vendor di soluzioni di comunicazione a capire l’importanza della virtualizzazione quale chiave di volta per la realizzazione di reti davvero next gen, flessibili, affidabili, performanti sottolineando come, solo attraverso reti definite da software, cioè SDN, si possono realizzare le promesse del cloud, in termini di prestazioni ed efficienze.

Per sviluppare questo approccio, Alcatel-Lucent ha lanciato Nuage Networks, una venture interna, nata in Silicon Valley come uno spin-in, gestito da un gruppo di manager ed esperti della divisione IP, con il pieno sostegno di Alcatel-Lucent e con un modello organizzativo e operativo agile e indipendente da startup, completamente dedicata allo sviluppo di una vision e di soluzioni per realizzare SDN.

Nuage Networks ha sviluppato la Virtualized Service Platform (VSP), una soluzione overlay per reti virtualizzate e non, che punta alla massima automatizzazione della rete, per ridurre i tempi di time-to-market dei nuovi servizi e gestire le risorse in modo flessibile e dinamico in base alle necessità, aumentando nello stesso tempo la sicurezza.

Nuage_SDNOltre all’automazione dei datacenter le soluzioni di Nuage Networks offrono la flessibilità e la potenza dell’approccio SD-WAN, ossia Software Defined Wide Area Networking, anche per il collegamento di sedi remote, diminuendo allo stesso tempo costi e tempi di integrazione delle sedi distaccate.

Il mercato italiano si sta affacciando ora all’SDN, precisa il manager. Se, infatti, il cloud delle risorse It è un dato consolidato, ancora non sono molte le aziende che hanno colto la rilevanza della virtualizzazione dell’infrastruttura come fattore abilitante il cloud It. Virtualizzazione It e Tlc devono procedere di pari passo per riuscire a ottenere il meglio delle due.

Guardando ancora più in dettaglio al mercato di casa nostra, la soluzione VSP di Nuage Networks si rivolge a operatori e aziende di grandi dimensioni, multi sito e che gestiscono datacenter. In Italia, i candidati migliori si trovano nel settore bancario e assicurativo, nel manifatturiero, nella Pubblica amministrazione centrale e in ambito telecomunicazioni. Con SDN, le prestazioni della rete non dipendono più dal legame con gli elementi fisici della rete, ma da una serie di attributi correttamente definiti, che si mantengono a prescindere dal modo in cui i carichi di lavoro sono distribuiti sulla rete virtualizzata. Questo approccio consente la massima flessibilità per adattare la rete ai diversi scenari. Per esempio, con SDN si può realizzare un private cloud con le caratteristiche di efficienza, elasticità, facilità di utilizzo delle reti cloud pubbliche, ma con l’alto livello di sicurezza e di controllo ottenibile solo con un cloud privato. SDN permette di combinare i vantaggi dei due modelli.

Inoltre, non sono poche le aziende che considerano SDN una modalità “sicura” di gestione della rete. L’elevata automatizzazione dei processi, infatti, riduce l’intervento umano e quindi la possibilità di errore e di ritardi, con impatti estremamente positivi sul time-to-market e sull’attivazione di nuovi servizi.
In ultimo, la progressiva virtualizzazione riduce la complessità della gestione della rete anche dal punto di vista della manutenzione della rete stessa e consente un efficace ed efficiente disaster recovery in caso di emergenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here