Alcatel amplia l’infrastruttura di sicurezza

L’impulso dato a CrystalSec e le partnership con Sygate Technologies e Fortinet spingono la protezione dei dati su Ip.

Una Alcatel attiva ma, soprattutto, “proattiva”, come sottolinea Stefano Terfani, che per la casa di Vimercate è sales specialist enterpriser solution.

La società esprime un chiaro obiettivo: rendere sicuro il trasporto dei dati e dare certezze a quei frequentatori del mondo Ip che si trovano a dover gestire una babele di strumenti incompatibili tra loro.

Il tutto puntando su quello che Paolo Lossa, direttore vendite di Alcatel Italia, definisce il “cavallo vincente delle applicazioni”, per interagire con l'ecosistema dei clienti in modalità real time, e mettendo sotto la giusta luce la sicurezza che rappresenta, infatti, l'asse portante del progetto definito da Alcatel “Casa della comunicazione”.

La preoccupazione è di prevenire gli eventuali attacchi ma anche di contenerne gli effetti.

“Dal 1998, il femomeno è cresciuto in modo esponenziale - ha spiegato Terfani - e le minacce si stanno spostando sempre più sul lato applicativo. I firewall tradizionali, infatti, non sono più in grado di opporre resistenza alla contaminazione via Internet”.

La Lan diventa il nuovo perimetro e il modello di difesa va calato in profondità.

Le mosse compiute da Alcatel prendono la direzione delle partnership e dei prodotti, con l'ampliamento della propria infrastruttura CrystalSec con Quarantine Engine, che permette agli OmniSwitch di giocare un ruolo attivo nella protezione e nella risoluzione dei problemi. Il disegno diventa anche quello di abbinare i propri switch Lan con le tecnologie proposte da vendor dell'It security.

La combinazione delle funzionalità di Vlan dinamiche di Alcatel con le soluzioni di host integrity proposte da Sygate Technologies consente, ad esempio, di offrire alle imprese un sistema di prevenzione proattivo dagli attacchi di virus e worm.

Sempre sulla strada degli accordi, in ottica anti-intrusione, Alcatel si è, invece, rivolta a Fortinet per limitare ulteriormente l'incognita attacchi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here