Al via la seconda edizione del Progetto Benchart

Il progetto punta a catalogare le imprese eccellenti dell’artigianato lombardo

Si amplia e si rafforza il progetto Benchart, il sistema di benchmarking per l’eccellenza delle imprese artigiane in Lombardia, creato da Regione Lombardia e da Unioncamere Lombardia, la cui prima fase si è svolta tra il 2005 e il 2007. In questo lasso di tempo si è creata un database contenente i dati, anche di tipo qualitativo, relativi a novecento aziende lombarde del settore.

Per entrare nel database, l’azienda deve compilare il questionario disponibile sul sito www.lombardia.eccellenza-artigiana.it; in questo modo ottiene subito una scheda di valutazione, che permette di analizzare i principali parametri gestionali e di mercato dell’azienda e conoscerne il posizionamento sul mercato. L’intenzione per il 2008 è di inserire ex novo trecento imprese. Ancora pochi, secondo l’assessore regionale all’artigianato e servizi Domenico Zambetti, se si considera che in Lombardia le imprese artigiane sono ben 270 mila (anche se non tutte superano i tre dipendenti, target privilegiato del progetto).

Anche se è vero che nei confronti del settore la Regione Lombardia ha avviato negli ultimi anni altri programmi (uno su tutti, Artis), l’impegno per Benchart è per ampliare il numero di imprese aderenti, che forse, ipotizza l’assessore, nulla sanno dell’iniziativa. Da qui, il prossimo avvio di campagne di informazione presso le associazioni di categoria e direttamente presso le aziende. Si cercherà anche di colmare lacune di tipo settoriale (ci sono aree di attività più rappresentate di altre), e di tipo geografico. Tanto per fare un esempio, infatti, il territorio milanese, dove più numerose sono le imprese artigiane, sconta una minore presenza nel database rispetto a territori meno popolati, come il comasco.

Si punta anche a un uso più intenso del database, in un’ottica di scambio e di informazione. A tal fine, è prevista la messa a punto di programmi ad hoc per l’elaborazione dei dati in modo da consentirne in ogni momento l’estrapolazione e la fruizione . Il progetto svilupperà vieppiù la comunità di imprese eccellenti, sinora considerata sperimentale. Tutte le imprese che hanno effettuato l’analisi entrano a far parte della comunità e possono accedere tramite il portale a informazioni su bandi, elaborazioni mirate dei dati di analisi, bibliografie ragionate, partecipare ad attività di ricostruzione di best practice, seminari, visite presso imprese eccellenti.

Il focus sarà circoscritto a un primo nucleo di imprese rivelatesi eccellenti nella scorsa edizione, che formeranno un Club e attiveranno tavoli di lavoro. Il progetto infine prevede premi in buoni spesa (per consulenze, acquisto di beni strumentali, realizzazione di campagne promozionali) da assegnare alle imprese che più si distingueranno in una o più di tre aree: qualità, ambiente, innovazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here