A ciascuno il suo router. Ci pensa D-Link

Con il nuovo Dir 685, la società propone un dispositivo molto curato nel design, che integra un Nas e che, grazie al display Lcd, può essere usato anche come cornice digitale e player Mp3. Ampliata ulteriormente la gamma sia sul versante domestico sia su quello professionale

Anche se l’Adsl ha portato nelle case di molti italiani un
router, sono ancora tante le persone che non sanno cosa sia questo prodotto e
cosa faccia. E visto che solitamente ha la struttura tipica degli apparecchi
informatici, il router non è dispositivo da mettere in evidenza e quindi
finisce nei posti più nascosti, dove non dà fastidio.

Con il suo nuovo Dir 685, Dlink intende sovvertire questo
stato di cose proponendo un router con un design molto curato, il cui posto è
sulla scrivania, in bella mostra, e che all’occorrenza, grazie al suo display
Lcd da 3,2”,
può anche fungere da cornice digitale
per le proprie foto. Destinato a un impiego domestico o in un ufficio, Dir 685
possedere tutte le caratteristiche di un router high-end 802.11n Wi-Fi e
include un Archivio Digitale (NAS) e la tecnologia SharePort per la condivisione di stampanti e
scanner, che possono essere collegati tramite due porte Usb. Integra poi un
server Ftp e consente di effettuare il download di file multimediali da BitTorrent a Pc
spento.

Disponibile dal prossimo autunno al prezzo di 280 euro, Dir
685 utilizza la
tecnologia Green che aiuta a conservare l’energia attraverso modalità
differenti: riconoscendo automaticamente le porte attive e la lunghezza del
cavo, regolando di conseguenza l’utilizzo della potenza, e utilizzando l’idle
mode, che spegne lo schermo LCD quando non è utilizzato. Anche il modulo Wi-Fi
può essere spento secondo una programmazione predefinita. La tecnologia Green,
che è ormai integrata in gran parte dell’attuale offerta di D-Link consente di
risparmiare il 30% di energia.

Assieme
al nuovo Dir 685, la società ha presentato una nutrita gamma di prodotti
destinati all’uso domestico, che comprende router capaci di gestire funzioni
multimediali un server Nas la cui capacità di memorizzazione può essere
determinata in funzione delle esigenze dell’utente (sino a un massimo di 2 TB)
e una soluzione di tipo power-line per creare una rete locale avvalendosi dei
cavi della rete elettrica casalinga o del piccolo ufficio.

Uno dei fiori all’occhiello di D-Link sono le telecamere per
la videosorveglianza, sia a livello domestico, sia professionale. La nuova
proposta in questo settore si chiama Dcs 2121 ed è caratterizzata dalla
presenza di uno slot per memory card al fine di registrare le immagini senza
dover far ricorso ad altri sistemi di archiviazione. Questa telecamera può
essere inserita all’interno di una rete che può connettere sino a 32 Dcs 2121 e
può essere controllata a distanza anche tramite cellulari e smartphone. La Dcs 2121 costa 214 euro.

Sul versante professionale, dove le telecamere D-Link riescono
a lavorare anche in condizioni di minima visibilità senza perdita di qualità, la
videosorveglianza è stata automatizzata e resa più accurata attraverso i nuovi
videoregistratori di rete. In pratica, si tratta di Nas che indicizzano in funzione di data e ora i movimenti ripresi consentendo così ritrovare più rapidamente le
varie registrazioni desiderato. Attivabili attraverso sensori di movimento, possono
inviare automaticamente messaggi di allarme e consentono l’accesso immediato
alla visualizzazione di video dal vivo e la riproduzione tramite Internet di
dati registrati, accessibili da qualunque luogo e in qualsiasi momento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here