9Proof apre in Italia con EksaIp e Probiz

A Maurizio Caltabiano le attività commerciali e la gestione del canale distributivo della software house attiva in ambito sicurezza per ambienti enterprise ed Smb.

Iniziativa tutta italiana inaugurata nel 2009, il piglio da multinazionale mostrato da 9Proof è frutto dell'acquisizione del team di sviluppo di Liveye, realtà creata da Federico Simonetti, oggi Ceo e direttore scientifico della neonata società che, alla guida delle vendite, a livello worldwide, ha chiamato Maurizio Caltabiano, nome noto del mercato It (non solo nostrano), al quale si è presto aggiunta anche la nomina di Chief operating officer di 9Proof Italia.

Quella stessa che ha aperto i battenti a Milano e che ha chiesto al distributore di Vicenza EksaIp e a Probiz, della provincia di Bologna, di mettere a frutto le proprie competenze in ambito sicurezza per la distribuzione dell'offerta firmata 9Proof che «grazie all'esperienza dei tre poli informatici magiaro, ucraino e italiano derivanti da Liveye - sono parole di Caltabiano - propone BladeBox eXtreme e Wiperaser Ultra, prodotti per la cifratura dei dati sensibili e per la cancellazione selettiva e definitiva dei dati gestita in modo centralizzato».

Soluzioni declinate per l'ambito enterprise e per il professionista appartenente allo Small and medium business «interessati a un'offerta di sicurezza che non è coperta dai grandi player attivi in ambito security».
Sotto la nuova bandiera di 9Proof è, invece, da ascrivere Scrambit, una soluzione software disponibile per Windows Mobile (presto anche per BlackBerry e Android, ma non per iPhone), che consente di effettuare telefonate cifrate da apparati mobili non intercettabili.

Il lavoro iniziato da Caltabiano a ottobre dell'anno scorso ha portato all'identificazione di 9Proof Uk e Assioma, «due strutture di sales representative - afferma il manager - attraverso le quali presidiamo Inghilterra e Irlanda da una parte, Svizzera, Medio Oriente e Africa dall'altra». A inizio anno sono, invece, state poste le basi per la creazione di 9Proof America, realtà fondata ex novo a Santa Cruz, nella Silicon Valley, «e che avrà il compito di rappresentarci negli Stati Uniti e in Canada».

In procinto di aprire anche in Olanda, nel Benelux, in Francia e nei Paesi Nordici, «o attraverso società di rappresentanza, o tramite partner, o distributori», 9Proof mantiene la parte tecnologica e di engeeniring presso i tre già citati poli informatici portati in dote da Liveye «per un totale di 34 persone, compresa la persona che lavora per noi negli Stati Uniti» conclude Caltabiano.
Una presenza utile, visto che il primo battesimo ufficiale di 9Proof sul mercato andrà in scena i prossimi 1-5 marzo, durante l'Rsa Conference di San Francisco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here