Il 5G è in arrivo e il Gruppo FS Italiane ha intenzione di portare la nuova tecnologia anche nelle stazioni ferroviarie. L’azienda ha infatti dato il via, insieme a Inwit, società controllata da Tim, al progetto di una nuova rete predisposta per il 5G.

L’obiettivo del progetto è quello di realizzare un sistema di infrastrutture di telecomunicazioni basato sul Distributed Antenna System (DAS) di ultima generazione. Un sistema che ottimizza la ricezione dei segnali di telefonia mobile e potenzia la connessione a Internet da smartphone, tablet e Pc. E un sistema già predisposto alla tecnologia mobile 5G, che farà il suo debutto nel prossimo futuro.

Il progetto coinvolge le stazioni ferroviarie gestite dala società del Gruppo FS Italiane GrandiStazioni Rail. Stazioni quindi presenti in alcune delle maggiori città del Paese. E che negli ultimi anni hanno visto crescere il numero di attività e servizi commerciali al loro interno.

Le stazioni coinvolte sono: Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Napoli Centrale, Roma Termini, Roma Tiburtina, Torino Porta Nuova, Venezia Mestre, Venezia Santa Lucia e Verona Porta Nuova.

Sistema DAS per il 5G, e non solo

Il sistema DAS, composto da micro antenne indoor e outdoor, permette un notevole miglioramento della ricezione del segnale. E, di conseguenza, della customer experience per i dispositivi di telefonia mobile. Non solo quelli che arriveranno con il 5G, ma anche quelli attualmente in uso con tecnologie 2G, 3G, 4G e 4G+.

In più, le infrastrutture DAS renderanno le stesse stazioni ferroviarie ”5G ready”. Predisposte cioè per quando avverrà (tra non molto) l’introduzione della tecnologia mobile di nuova generazione.

Il sistema DAS prevede una centralina elettronica che riceve il segnale via cavo in fibra ottica degli operatori mobili. La centralina lo rilancia poi con una potenza e una stabilità del segnale radio che non sarebbe possibile solo con le grandi antenne al di fuori della stazione.

Una serie di micro antenne sono distribuite capillarmente in tutte le aree delle stazioni. Queste consentono telefonate senza disturbi o perdita di linea e incrementano la capacità delle connessioni a Internet ad elevata velocità.

Le micro antenne sono strumenti fondamentali per il corretto funzionamento della tecnologia 5G. Questa necessita infatti di un segnale costante e potente. Non solo per permettere di ricevere e inviare documenti e contenuti video in tempi più brevi rispetto a oggi. Ma anche per supportare tutte le innovazioni e i nuovi casi d’uso che riguardano l’Internet Of Things.

FS Italiane e Inwit

Alessandro La Rocca, Direttore Innovazione e Sistemi informativi di FS Italiane, ha dichiarato che "l’installazione del sistema di antenne DAS nelle stazioni migliorerà l’utilizzo di smartphone e Pc che sfruttano le tecnologie di trasmissione 2G, 3G, 4G e 4G+. Abbiamo accolto con interesse questa partnership per prepararci all’introduzione della tecnologia di trasmissione dati 5G che permetterà di realizzare applicazioni sempre più innovative. Il Gruppo FS Italiane è al lavoro per progettare nuovi servizi per le persone che viaggiano”.

Per Giovanni Ferigo, Amministratore Delegato di Inwit “stiamo rispondendo alla continua richiesta di connettività mobile realizzando in tutta Italia impianti, come il sistema DAS, per migliorare la copertura degli operatori in siti outdoor e indoor particolarmente frequentati anche guardando al futuro della nuova tecnologica 5G. Grazie alle micro antenne collocate in stazioni, aeroporti, ospedali, centri commerciali, stadi e aree cittadine con forte concentrazione di persone, garantiremo una ricezione del segnale degli operatori sempre di altissima qualità”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome