Intel 5G

Secondo una recente indagine di Intel, gli utenti americani sono entusiasti del futuro dell'intrattenimento in arrivo con la tecnologia 5G. Ma, sottolinea ancora lo studio di Intel, c'è ancora molto che l'industria deve fare. Soprattutto per colmare il knowledge gap relativo alla connettività di prossima generazione.

Un capitolo del "5G Economics of Entertainment Report" di Intel rivela che gli americani sono pronti a pagare per le esperienze avanzate e innovative che il 5G porterà nei media e nell'intrattenimento. Questa è una buona notizia per gli operatori, impazienti di capire come monetizzare i loro investimenti nel 5G.

Tuttavia, lo studio Intel mostra che molte persone considerano il 5G semplicemente come un altro "speed bump”. E che non comprendono pienamente la scala del cambiamento che questa tecnologia ha il potenziale di introdurre.

5G e knowledge gap

Questa ipotesi è stata avvalorata in uno studio recente, ma non correlato, sponsorizzato da Intel (maggiori informazioni a questo link).

Tale studio ha rilevato che il 58% degli americani ammette di non essere a conoscenza o di aver mai sentito parlare di 5G.

Riconoscendo questo knowledge gap, Intel ha intrapreso un’ulteriore ricerca con questo ultimo studio.

Uno studio teso a delineare un quadro del tipo di nuove esperienze di intrattenimento che il 5G consentirebbe. Per poi chiedere alle persone quali apprezzavano, e la loro disponibilità a pagare di più per accedere a esse.

Oltre la metà (54%) degli americani che hanno partecipato all’indagine, ha dichiarato di voler passare al 5G per le necessità della casa connessa.

Alla richiesta di classificare una mezza dozzina di esperienze future abilitate dal 5G, Tv di prossima generazione (54%), istruzione aumentata (41%) ed eventi live immersivi (40%) erano in cima alla lista dei desideri.

Quanto l’utente è disposto a pagare

Nel considerare ciò che le persone sono disposte a pagare per i servizi 5G, il reddito delle famiglie non ha avuto rilevanza. Intel ha però registrato un forte desiderio di 5G soprattutto nell’utenza più giovane.

Addirittura il 72% di giovani della Generazione Zero (età 16-25) ha espresso la propria disponibilità a pagare 20 dollari al mese in più rispetto agli attuali servizi 4G. Il 40% pagherebbe un extra di 10 dollari al mese e il 27% pagherebbe più di 20 dollari al mese.

I principali driver per il 5G includono: maggiore velocità (64%), affidabilità (43%) e reattività (36%).

Il futuro all’insegna del 5G, conclude Intel, sarà presto una realtà. I modelli di business saranno reinventati mentre le aziende attingono a nuovi flussi di entrate. Avere il miglior contenuto del mondo non sarà più sufficiente, se il traffico di dati sarà frenato da un inevitabile ingorgo delle comunicazioni.

Maggiori informazioni, infografiche e PDF scaricabile dello studio, sono disponibili sul sito Intel, a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome