Quando arriverà il 5G lavoreremo in modo diverso

Le comunicazioni IP stanno decollando in tutto il mondo ma solamente l'avvento del 5G ci darà reti di potenza sufficiente per video ad alta qualità e realtà aumentata e/o virtuale.

Le famiglie di protocollo SIP e VoIP sono cresciute molto nel tempo, rispetto a qualità e servizi originali. Queste sigle sono oggi dei nomi di riferimento: ad esempio il VoIP comprende VoDSL (VoIP over DSL), VoWiFi / 3G (voce su Wi-Fi/3G), VoLTE /voice over LTE) ed RCS (Rich Communication Suite). Certo i tanti protocolli presentano delle difformità tra loro e rispetto alle varie implementazioni: basi pensare alle differenze tra Sip e Sips, la versione sicura.

Secondo The Eastern Management Group, nel 2017 la quota mondiale di mercato Sip passerà dal 55 al 59% nelle PMI e dal 44 al 51% nelle grandi aziende (Dati: SIP Phones Global Market Analysis and Forecast 2016-2020, indagine svolta a gennaio 2017 intervistando 3.500 responsabili IT su scala globale).

SIP non si ferma alle sole chiamate vocali, ma comprende messaggistica, collaborazione, presenza e videoconferenza. Quest'ultima possibilità è un vantaggio enorme e un esempio chiaro di come SIP stia alimentando la collaborazione.

Qualche anno fa SIP veniva criticato nella qualità e nella sicurezza. Il primo punto è stato sostanzialmente risolto ed oggi la maggior parte dei fornitori di SIP ricevono voti elevati quanto quelli dei servizi legacy. Per vari motivi la sicurezza è ancora dibattuta, ma questo sembra un fenomeno comunque connesso a qualsiasi soluzione digitale.

L'ascesa sul browser di WebRTC

Per i browser è nato WebRTC (Web Real-Time Communication), un approccio che si affianca al VoIP. Si tratta di una raccolta di protocolli di comunicazione e Api per la comunicazione in tempo reale su connessioni peer-to-peer. Come per il SIP, la trasmissione dati è basata sul protocollo RTP. Ciò consente ai browser di richiedere non solo risorse da server backend, ma anche informazioni in tempo reale dai browser di altri utenti.

Abilita svariati servizi oggi essenziali: videoconferenza, trasferimento di file, chat e condivisione di desktop senza bisogno di plugin.

Standardizzata da W3C e IEFT, l'implementazione di riferimento viene rilasciata come software libero con licenza BSD. Ne esiste una seconda versione free, OpenWebRTC, basata sul framework Gstreamer.

Laddove VoIP comprende molti diversi protocolli, WebRTC opera solo a livello del browser, ma comunque permettendo a qualsiasi dispositivo consumer (sia cellulare, fax, internet, ecc.) di collegarsi semplicemente da qualsiasi luogo e da qualsiasi rete mondiale.

5G e video 4K con realtà aumentata

Un grande salto in avanti sta per raggiungere le nostre tasche, elevando qualità  ed affidabilità delle connessioni ed abilitando nuovi servizi finora disponibili solo in ambienti estremamente circoscritti.

Attualmente le nostre reti mobili utilizzano 4G, LTE, con velocità spesso maggiori del WiFi di casa. Come talvolta accade, il 4G usa varie tecnologie (ad es. LTE e WiMax) con codifiche e trasmissioni dei dati non compatibili con il passato. Alcune formule marketing cercano di enfatizzare una più recente implementazione del 4G, chiamandolo ad esempio 4.5G, ma senza che il miglioramento sia un vero e proprio salto di qualità.

Con l'avvento del 5G, la quinta generazione di telefonia mobile, invece, avremo velocità incredibilmente elevate: le comunicazioni unificate avranno a disposizione chiamate VoIP mobili comprensibili in modo cristallino e videoconferenze in risoluzione 4K/8K.

Il 5G è oggi ancora tutto in divenire, con le prime implementazioni commerciali attese al massimo entro il 2020. I 10Gbps attesi sullo smartphone verranno erogati principalmente da un elevatissimo numero di microscopiche celle (il fog computing).

Con queste capacità di trasmissione, anche la realtà virtuale ed aumentata saranno tecnologie disponibili per le comunicazioni. Tour virtuali e altri livelli di presenza con dispositivi in tasca saranno potentissimi strumenti di lavoro, comunicazione e marketing.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here