5G Ericsson Einride Telia DB Schenker

Il 5G è una tecnologia abilitante e di importanza fondamentale nel futuro del trasporto autonomo e sostenibile. Fornisce infatti la connettività e l'affidabilità necessarie per introdurre camion e furgoni a guida autonoma in sicurezza su strade pubbliche.

È questa la convinzione di Ericsson, Telia ed Einride. E sono questi i presupposti da cui le tre aziende partono per sviluppare questo progetto pilota basato sul 5G. Tecnologia, questa, che con la sua alta capacità di trasmissione e bassa latenza sarà centrale per le future soluzioni per il settore dei trasporti.

5G Ericsson Einride Telia DB SchenkerEricsson è tra i fornitori di servizi per le telecomunicazioni più attivi nell’ambito della ricerca e sperimentazione di soluzioni 5G. Einride, dal canto suo, si definisce “The intelligent movement company” e si è data la mission di trasformare il settore dei trasporti. Come le altre due aziende, anche l’importante operatore telefonico Telia Company, tra i leader nei paesi scandinavi, ha radici in Svezia.

Il camion elettrico a guida autonoma

Ed è infatti proprio in Svezia che va in scena questo progetto pilota. Dove il protagonista è il T-pod di Einride, il primo camion specificamente progettato per la propulsione elettrica e la guida autonoma. Un mezzo sostenibile, economico e sicuro, con l’obiettivo di rendere obsolete molte soluzioni convenzionali di trasporto su strada.

5G Ericsson Einride Telia DB SchenkerIl veicolo senza conducente T-pod di Einride è in funzione in modo continuo negli impianti logistici di DB Schenker a Jönköping, in Svezia. Qui, le soluzioni Ericsson Radio System ed Ericsson Cloud Core per 5G erogano la connettività ad alte prestazioni necessarie al funzionamento.

Si tratta della prima installazione commerciale del sistema AET (Autonomous Electric Transportation) di Einride. E di un progetto che ha l’obiettivo di creare un ecosistema per il trasporto autonomo completamente elettrico. Un ecosistema che sia in grado di innovare le modalità di gestione delle flotte.

Il T-pod di Einride e il sistema di trasporto autonomo alimentato dalla tecnologia 5G possono evolvere in soluzioni di grande interesse. Potenzialmente, annunciano le aziende, sono in grado di sostituire oltre il 60% dell’attuale trasporto su strada. Possono dunque rappresentare un'alternativa economicamente competitiva e sostenibile.

I commenti sulle potenzialità del 5G

“La nostra missione è attuare una transizione sostenibile del trasporto merci su strada. Il 5G fornisce la connettività e l'affidabilità di cui abbiamo bisogno per introdurre in modo sicuro il T-pod su strade pubbliche, aprendo la strada a una riduzione del 90% delle emissioni di CO2 e all'eliminazione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx)”. Ad affermarlo è Robert Falck, CEO e fondatore di Einride.

5G Ericsson Einride Telia DB SchenkerMats Lundbäck, Chief Technology Officer di Telia Sweden aggiunge quanto segue. “Il 5G è una tecnologia molto interessante che consentirà nuove opportunità di business sostenibili e genererà valore per il cliente. Insieme ai nostri partner, stiamo costruendo un potente ecosistema che avrà un forte impatto sui clienti e sulla società nel suo complesso”.

Åsa Tamsons, Senior Vice President e Head of Business Area Technologies & New Businesses di Ericsson conclude in questo modo. “Stiamo assistendo a un cambio di paradigma nell'industria dei trasporti e il 5G, grazie all’elevata capacità di trasmissione dati e alla latenza ultra-bassa, sta abilitando un nuovo mondo di veicoli autonomi che innoverà la gestione delle flotte. La soluzione di trasporto di Einride è un esempio perfetto di come il 5G possa incrementare l'efficienza dei costi, migliorare la sicurezza e creare un futuro sostenibile”.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Ericsson, a questo indirizzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome