5,3 milioni di aziende attive nel 2011

La Lombardia e’ la prima regione italiana per numero di imprese (830.128, pari al 15,7% del totale nazionale), seguita da Campania (8,9%) e Lazio (8,8%).

Il Sole 24 Ore Radiocor - Le imprese attive in Italia sono poco meno di 5,3 milioni, pressoche' invariate rispetto a un anno fa. Oltre un quarto di queste opera nel settore del commercio (26,9% del totale a 1,4 milioni), seguito da agricoltura (15,8%), e costruzioni (15,7%).

Lo rileva la Camera di Commercio di Milano elaborando i dati Registro imprese al III trimestre 2011.

I settori che hanno visto gli incrementi piu' consistenti nel numero di imprese attive sono quello delle forniture di energia elettrica, gas e vapore (+36,8% su anno a 5.878), istruzione (+7%), sanita' e assistenza sociale (+6,3%) e le attivita' professionali, scientifiche e tecniche (3,8%). La Lombardia e' la prima regione italiana per numero di imprese (830.128, pari al 15,7% del totale nazionale), seguita da Campania (8,9%) e Lazio (8,8%).

Tra le province, la prima e' Roma (330.276 imprese pari al 6,2% del totale), con Milano al secondo posto (5,4%).

Se si considera il peso delle singole specializzazioni in ogni regione, la Lombardia detiene il primato in tutti i settori tranne in quello agricolo, le cui attivita' si concentrano in Sicilia (10,9% del totale), Puglia (10,3%) e Veneto (9,3%).

"L'Italia conferma la sua tradizionale vocazione imprenditoriale anche per il 2011, in un anno ancora difficile a causa della crisi. E' quindi importante in questa fase sostenere le imprese con strumenti adeguati e innovativi nel loro sforzo di impresa", ha commentato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here