3Com porta i 10 Gbit all’enterprise

Rilasciata la gamma di switch 8800 ad alte prestazioni per il centro stella.

3Com alza il tiro verso il mercato delle grandi aziende, rilasciando il più potente switch di core mai progettato dall’azienda, con capacità complessive del backplane di 1,4 Terabit al secondo, ovvero 1440 Gigabit.


Si tratta di prestazioni finora appannaggio di specialisti quali Foundry ed Extreme Networks, che trovano impiego nel centro stella delle grandi reti (almeno 10mila utenti, secondo 3Com) per collegare gli switch di piano a 10 Gigabit, in contesti ad alte prestazioni e, soprattutto, alta disponibilità.


L’annuncio si aggiunge ad altri importanti rilasci in ambito wireless, sicurezza e Voice over Ip, che hanno via via ampliato l’offerta con l’obiettivo esplicito di andare all’attacco frontale del produttore più importante del settore, Cisco.


«Oggi siamo l’unico vendor sul mercato - ha affermato Riccardo Ardemagni, amministratore delegato di 3Com - a offrire un portafoglio completo nel pieno rispetto degli standard. Vogliamo essere considerati l’alternativa a Cisco, la sola ad avere un’offerta altrettanto ampia, ma non sempre aderente agli standard, e dare all’utente la possibilità di scegliere, perché non è possibile essere legati a un solo vendor. Lo dimostra anche il recente accordo che abbiamo stretto con Telecom Italia».


Da rimarcare, inoltre, il fatto che il 10 Gigabit di 3Com arriva ora sul mercato perché il prezzo di questa tecnologia ha raggiunto un livello giudicato abbordabile, un aspetto che l’azienda giudica prioritario rispetto ad arrivare per primi.


In questa strategia, il nuovo Superstack 8800 rappresenta il fiore all’occhiello dell’offerta per l’infrastruttura di rete, che comprende prodotti per tutte le esigenze, dal piccolo switch per l’ufficio periferico o la Pmi, fino, appunto, al cuore dell’infrastruttura. In particolare, si colloca più in alto rispetto al modello Superstack 7700, sempre destinato al core (il cui prezzo è stato ribassato), e agli switch di piano 3870, con i quali "parla" a 10 Gbps, fino a un flusso massimo di 60 Gbps (due link a 30 Gbps).


L’architettura dell’8800 è particolarmente avanzata non solo nelle prestazioni, ma nella concezione. «E’ possibile utilizzare due switching fabric in parallelo - ha spiegato Luca Maiocchi, enterprise network consultant di 3Com Italia - che lavorano in load sharing: lo switch non solo fornisce ridondanza, ma anche maggiore potenza, poichè le performance raddoppiano. Di solito, infatti, un modulo è attivo mentre l’altro è in stand by ed entra in funzione solo in caso di guasto, cioè meno di 4 minuti all’anno».


Un altro vantaggio è che tutto lo switching viene effettuato sui moduli, tramite Asic, aumentando le performance.


A chi lo acquista, 3Com garantisce una roadmap evolutiva che permette di crescere nel tempo. La macchina è pronta, infatti, per un raddoppio complessivo delle prestazioni del backplane e anche del flusso dati verso gli switch di piano (in pratica gli attuali 60 Gbps diventeranno 120), e, a breve, saranno disponibili moduli Ipv6 e Mpls, standard emergenti in ambito Wide Area Network.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here