3Com: il tassello che mancava

I nuovi annunci completano l’offerta di 3Com nell’area Wan. E ne ridefiniscono il posizionamento sul mercato

2 ottobre 2003 L'ingresso nel mercato dei router, concretizzatosi con gli annunci di pochi giorni fa, non rappresenta per 3Com un "semplice" ampliamento del listino.
Frutto della joint venture con Huawei, infatti, i nuovi prodotti rappresentano per la società il completamento della proposition verso l'utenza di tipo enterprise. Anzi, nelle parole di Riccardo Ardemagni, amministratore delgato di 3Com Italia, "rappresentano un'accelerazione dell'immagine sul mercato enterprise, per altro perfettamente calata sulla nostra realtà locale. I router, in poche parole, servono per offrire alle aziende clienti una soluzione completa. Servono per costruire una infrastruttura di rete importante e completa, sulla quale poi inserire altre tecnologie".
Ad esempio in area voice, dove la società si dice oggi fortemente intenzionata a focalizzarsi nel prossimo futuro.
La joint venture con Huawei dà dunque i primi frutti: l'unione di due expertise tecnologiche di tutto rispetto, un team di ingegneri attivo in tutto il mondo, in vantaggi competitivi nel manufacturing.
"Proseguendo nel percorso di riorganizzazione da tempo intrapreso - prosegue Ardemagni - oggi 3Com opera secondo una segmentazione per vertical market: sanità, education, government, finance. E su questa segmentazione si muove anche l'organizzazione commerciale. Abbiamo intrapreso un nuovo lavoro sul canale, basato sulle verticalizzazioni, affiancando ai partner dei team dedicati al dialogo con gli utenti finali".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here