3Com gioca il proprio tris sul tavolo dell’Adsl

Supercomunicazione ad alta velocità di scena al SuperComm di Atlanta. Le ultime novità sono di quelle “pesanti”, visto che arrivano da due big come 3Com e Microsoft. 3Com ha lanciato il contrattacco in risposta agli annunci sul fronte Dsl (Digital Subs

Supercomunicazione ad alta velocità di scena al SuperComm di Atlanta. Le
ultime novità sono di quelle "pesanti", visto che arrivano da due big come
3Com e Microsoft.
3Com ha lanciato il contrattacco in risposta agli annunci sul fronte Dsl
(Digital Subscriber Line) dei tradizionali concorrenti Lucent, Rockwell e
Cisco. Più precisamente, la casa di Santa Clara si è allineata alla
tendenza in atto che vede l'integrazione su un unico chipset della
tecnologia Adsl e di quella analogica a 56 Kbps. Il risultato è un modem
V.90/Adsl che implementa una versione "leggera" di Adsl, cioè senza lo
splitter (il dispositivo che, nel caso della normale Adsl, il service
provider deve installare presso l'utente). Peculiarità della soluzione
3Com, a detta della stessa società, è il disegno della soluzione,
indirizzata direttamente al mercato pc, al contrario delle altre finora
presentate. La società, peraltro, non sembra credere molto nella domanda d
i
prodotti misti e ha anche presentato dei modem interni o esterni secondo lo
standard G.dmt, cioè il draft per l'Adsl al momento in fase finale di
studio presso l'Itu. Uno standard per l'Adsl leggera è invece più lontan
o
da una ratificazione, a detta di 3Com. Un impulso in tal senso, comunque,
potrebbe arrivare da un recente accordo siglato da 3Com e Lucent per
collaborare sulla ratifica dello standard G.dmt per prodotti e servizi. A
proposito di questi ultimi, in particolare, il problema principale è dato
dai test di interoperabilità tra i vari prodotti. Anche questa è un'area
nella quale ci si aspetta una stretta cooperazione tra i diversi attori del
mercato.
I nuovi modem Adsl di 3Com saranno disponibili, rispettivamente, in
settembre il modello interno siglato Us Robotics Pci Adsl a un prezzo di
269 dollari, sul mercato americano, e in novembre quello esterno, Us
Robotics Usp Adsl, per circa 300 dollari.
Ma l'offensiva Dsl di 3Com non si ferma ai modem. La società statunitense,
infatti, ha presentato anche un router Adsl che si introduce nella linea
OfficeConnect per le piccole imprese e gli uffici dipartimentali. Anche
questo, chiamato OfficeConnect Remote 811 Adsl, sarà compatibile con lo
standard G.dmt e costerà circa 500 dollari in Usa a partire da settembre.
E il mercato dell'accesso remoto ad alta velocità interessa sempre più
anche Microsoft, la quale, peraltro, ha tenuto a sottolineare che il
proprio appoggio nei confronti della tecnologia 1 Meg Modem di Nortel non
è
da intendersi in contrapposizione alle soluzioni Dsl più tradizionali. Di
fatto, Microsoft si è alleata con Nortel perché quest'ultima l'aiutasse
a
promuovere Nt presso i carrier, soprattutto in chiave server per le
applicazioni di fonia sulle reti dati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome