3.500 agenzie di scuola guida…

Sarebbe questo il potenziale che sta analizzando Dylog e verso il quale indirizza i propri dealer. Intanto, a sorpresa insieme a Palladio Finanziaria acquista Buffetti

Dicembre 2005, Dylog, software house torinese, non vuole più
limitarsi al solo software e punta ora a fornire soluzioni complete alla propria
rete di rivenditori. «Le proposte di informatizzazione sono composite,
fatte di software, hardware, stampanti, terminali e altro ancora
- spiega
Luca Paolo Bertini, dell'ufficio comunicazione di Dylog -.
Se prima ci occupavamo di fornire solamente il software, ora diamo ai dealer
la possibilità di vendere l'applicativo a sé stante, o un pacchetto
completo, comprendente il nostro software, l'hardware di Intercomp e i terminali
di Orderman»
.

Pacchetti da indirizzare a più mercati verticali
Uno dei settori su cui l'azienda sta puntando è quello degli uffici
per pratiche auto e autoscuole.
«Negli ultimi mesi abbiamo acquisito la Dagep, di Treviso, e la torinese
Komec, aziende specializzate in gestionali per le autoscuole e gli uffici di
pratiche auto. Un mercato che riteniamo interessante, tenendo conto che in Italia
esistono circa 3.500 agenzie per pratiche auto e 5mila autoscuole»
.

Ma a queste acquisizioni si aggiunge ora anche quella di Buffetti, grazie al
finanziamento di Palladio Finanziaria. Un'acquisizione che, in funzione della
diversa natura degli affiliati Buffetti rispetto alla rete Dylog, garantirà,
comunque, autonomia alla catena. Intanto Dylog sta guardando anche ad altri
settori. Dinner è un prodotto per la gestione dei ristoranti, che consente
la comanda ordini computerizzata. Una potenzialità stimata in 60mila
esercizi, cui vanno aggiunti i bar e i pub. Mentre le mosse future saranno sul
settore dell'abbigliamento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here